Restyling del sito web

Stai valutando se rifare o meno il tuo sito web? in gergo tecnico

restyling del sito web

e non sai come orientarti? Vediamo insieme quali sono tutti gli aspetti che un’azienda deve tenere in considerazione.

Quando è il momento di fare un restyling?

Se il vostro sito web aziendale è stato fatto tra i tre e i cinque anni fa, è probabile che sia giunto il momento di rinnovarlo. Cambiano le aziende, cambiano le persone, cambiano le tecnologie. Un sito web deve essere sempre in linea con gli obiettivi, le strategie aziendali e presentarsi tecnologicamente competitivo.

Chiarisciti le idee e fissa gli obiettivi che intendi raggiungere

Se stai valutando di rifare il sito web aziendale, prima di contattare una web agency per chiedere un preventivo, è importante avere presente quali sono i suoi punti deboli e cosa vorresti ottenere dal nuovo sito.

Bisogna tenere a mente che il sito web aziendale non è per se stessi, bensì per i propri potenziali clienti e interlocutori. Sono loro che lo devono utilizzare, essere guidati e comprendere a fondo cosa possono ottenere dalla vostra azienda.

Prima di richiedere un preventivo, bisogna domandarsi:

 

  • A chi si rivolge la nostra azienda?
  • Quali sono i punti di forza del nostro sito web?
  • Cosa non funziona nel vecchio sito web?
  • Cosa è stato fatto per promuoverlo efficacemente?
  • Esteticamente, rappresenta il nostro marchio e piace ai nostri interlocutori?
  • Che cosa differenzia la nostra azienda rispetto alle altre?

Budget

Avete già pensato a quanto siete disposti ad investire per il vostro nuovo progetto? Rifare un sito web aziendale è un investimento strategico, per il quale è possibile risparmiare facendo scelte oculate. Fissando degli obiettivi realistici, sarete in grado di decidere su cosa investire di più e su cosa invece mantenere un basso profilo.

Chiariamo il concetto con degli esempi: un piccolo negozio di abbigliamento, più che investire in un sito web dai contenuti particolarmente dettagliati o in una grafica estremamente curata, potrebbe ottenere maggiori vantaggi realizzando un sito web più semplice e concentrando la maggior parte del budget nelle campagne sponsorizzate su Facebook. Potrebbe inoltre raccogliere gli indirizzi email dei clienti sia sul web sia in negozio per poi inviare, tramite email marketing, promozioni nei momenti caldi, come ad esempio il periodo dei saldi o in occasione di eventuali aperture straordinarie.

Un architetto invece, potrebbe concentrare il proprio impegno economico in un sito internet estremamente curato dal punto di vista estetico, e destinare parte del budget alla promozione di esso su portali di settore.

Un elettricista, che ogni giorno ha a che fare con emergenze e riparazioni, investendo in un sito web responsive piuttosto che in un sito tradizionale, potrebbe ottenere più richieste d’intervento grazie alla navigazione ottimizzata per gli utenti di smartphone e tablet.

A ognuno il suo

Non tutti siamo esperti di motori o di idraulica; il fatto di saper scrivere non fa di noi dei poeti. Il buon esito di un progetto è dato da idee chiare, da un’organizzazione efficiente e dal lavoro di persone competenti e motivate. Non cedete alla tentazione di voler scrivere i contenuti di vostro pugno o di voler intervenire su ogni aspetto del vostro sito. Affidatevi a professionisti esperti in grado di ascoltarvi, consigliarvi e che conoscono le regole del web. Il vostro sito web e la vostra azienda ne trarranno un grande beneficio.

Avete scelto la web agency, fatto il restyling e pubblicato il nuovo sito. E adesso?

La pubblicazione del vostro nuovo sito web è solo il punto di partenza. Una volta che i motori di ricerca avranno assimilato i contenuti bisognerà misurare i risultati e cominciare ad attuare interventi mirati. Un sito web deve essere fatto di contenuti di qualità e strategie vincenti. Una buona web agency non si limiterà a rifarvi il sito web, ma osserverà come si comportano gli utenti su di esso e vi proporrà strategie e interventi interni ed esterni al sito (motori di ricerca, social network…).